Take Five

Take Five è una composizione strumentale jazz di Paul Desmond, sassofonista del Dave Brubeck Quartet, gruppo che incise originariamente tale brano per il proprio album Time Out del 1959. Deve il suo nome alla metrica in 5/4 e vanta uno dei primi assoli di batteria, nell’incisione originale, da parte di Joe Morello.

Registrato presso il Columbia’s 30th Street Studios di New York tra il 25 giugno e il 18 agosto 1959[3], pur non essendo il primo brano jazz composto in cinque quarti fu ciononostante il primo a giungere al grande successo commerciale anche fuori dal suo genere, raggiungendo la venticinquesima posizione della Billboard Hot 100 e la quinta di Billboard’s Easy Listening Survey.

Benché Dave Brubeck, legato a Paul Desmond da una grande amicizia che fu interrotta solo dalla morte di quest’ultimo nel 1977[3], avesse avuto un ruolo influente nell’arrangiamento e nell’elaborazione di alcuni momenti musicali del brano, ne lasciò la paternità esclusiva a Desmond stesso.

Nel ricordare la genesi del brano, Brubeck raccontò che esso nacque durante la lavorazione di Time Out, album costituito da composizioni dalla metrica inusuale: Desmond provò un assolo di sassofono in mi bemolle minore su un’improvvisazione ritmica in 5/4 di Joe Morello alla batteria e il risultato incontrò l’entusiasmo di Brubeck che trovò il nascente brano adatto all’album. Desmond quindi produsse due temi fatti poi collimare in un brano con una struttura ABA, in cui B fa da bridge ai due temi A.

Essendo Take Five uno tra gli standard più eseguiti e incisi in assoluto, ne esistono numerose versioni, compresa una del 1961 con testo scritto da Dave Brubeck stesso e da sua moglie Iola per Carmen McRae, successivamente ripresa nel 1976 in versione scat da Al Jarreau, della cui produzione divenne una delle esecuzioni più distintive.

I diritti di Take Five, come quelli del resto delle composizioni di Paul Desmond, furono lasciati per volontà del musicista alla Croce Rossa Americana, che da allora incassa circa 100 000 $ all’anno.