Kind of Blue 

Kind of Blue fu registrato in due sessioni allo studio della Columbia Records situato sulla 30ª strada a New York; il 2 marzo furono incise le tracce So WhatFreddie Freeloader, e Blue in Green, che costituiscono la facciata A dell’LP originale, e il 22 aprile Flamenco Sketches, e All Blues, la seconda facciata del disco. La produzione fu curata da Teo Macero, che aveva già prodotto i precedenti due album di Davis, e da Irving Townsend.

Per il disco non vennero fatte prove (questo non era insolito nelle registrazioni di Davis, come ad esempio durante le sessioni di Bitches Brew) e i pezzi da registrare erano tutti nuovi. Come descritto nelle note di copertina originali dell’album dal pianista Bill Evans, Davis distribuì alla band solo dei bozzetti di linee melodiche sulle quali improvvisare. Una volta che i musicisti furono riuniti, Davis diede loro brevi istruzioni per ogni pezzo e quindi si preparò a registrare il sestetto in studio. I risultati di questo procedimento furono poi considerati – quasi unanimemente – eccezionali. Da questo fatto, e dalle note di copertina di Evans, nacque la leggenda secondo la quale tutti i brani dell’album sono “prime esecuzioni assolute”. Questa leggenda, almeno nella sua accezione letterale, è falsa. Dei brani registrati nelle due sessioni solo Flamenco Sketches, fu suonata e registrata al primo tentativo. Questa registrazione non fu però pubblicata nell’album originale, e venne pubblicata solamente nel 1997 come brano extra nell’edizione estesa dell’album. La versione di Flamenco Sketches pubblicata sulla prima edizione è invece frutto di una seconda registrazione.